Innovazione ed investimentoAutotrasporti D’Agaro a testa alta durante l’era del Covid-19

30 Giugno 20200

TRASPORTO SECOLARED’Agaro: “Abbiamo affrontato il Covid con la diversificazione di prodotti”. Ad agosto il taglio del nastro della nuova sede nel Carnia Park di Amaro

Novantacinque anni d’attività e nelle proprie pagine di storia ora ci sarà anche l’attraversamento quasi indenni della pandemia da Covid-19. In ogni caso senza cassa integrazione per i 50 dipendenti e con i camion che hanno continuato a macinare chilometri.
È con questa forza che D’Agaro Trasporti, quartier generale ad Amaro e raggio d’azione in tutta Italia, con estensioni in Francia, Germania e Austria, guarda ai prossimi mesi dominati dall’incertezza. «È il sentiment
predominante e trasversale a ogni ambiente - ammette l’amministratore unico, Angelo D’Agaro, analizzando l’avvio della Fase 2 -. Tuttavia, occorre aver fi ducia nei protocolli di sicurezza anti Covid-19 che tutti hanno attuato e nelle proprie peculiarità imprenditoriali».
D’Agaro questa fiducia in sé la costruita non solo di generazioni in generazione, ma anche con la capacità di scelte strategiche, quelle che hanno consentito di reggere all’urto arrivato nel 2020. «Ogni crisi è
un’opportunità ma anche un’occasione di analisi e ragionamenti – spiega l’imprenditore -. Durante la grande crisi scoppiata nel 2008-2009 abbiamo deciso che, visti gli scenari, era importante differenziare sia le tipologie di materiali trasportati che le committenze, anche rischiando di fare scelte che parevano poco convenienti nell’immediato. La storia degli anni seguenti, però, ci ha dato ragione».
D’Agaro oggi ha già in azienda la quinta generazione e ad agosto inaugurerà la nuova sede nel Carnia Industrial Park di Amaro, dove ci sono i piazzali per far stazionare un parco da 45 camion. Oltre ad
occuparsi del trasporto di legname, marmo, carta, acqua, negli ultimi anni ha ampliato la propria attività entrando in modo significativo nel settore alimentare. Affidabilità, puntualità, mezzi moderni costituiscono
il valore aggiunto di un’azienda che da tre anni ha aggiunto ai propri asset l’iscrizione nell’elenco dei soggetti autorizzati al trasporto di rifiuti speciali. Un ulteriore fattore di competitività e di selezione nel settore.
https://www.dagarotrasporti.it/wp-content/uploads/2020/06/Trasporto-1.jpg

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *